Agatha Christie inedita tra lirica e App.

agatha-960x623 Agatha-Christie_1Agatha Mary Clarissa Miller non voleva fare la scrittrice, ma la cantante. La regina indiscussa del crimine aveva infatti l’ambizione di diventare una cantante lirica. Per inseguire questo sogno si trasferì, appena sedicenne, a Parigi, aspirazione che però, nonostante numerosi sforzi, non spiccò mai il volo, così Agatha si buttò sulla scrittura. Eppure nemmeno questa carriera fu facile. La “signora del crimine” che ha scritto più di 50 romanzi e 100 racconti, nasce a Torquay il 15 Settembre nel 1890, da padre americano e madre inglese. Nell’Inghilterra di fine 800 di donne scrittrici ve ne erano ben poche, ma Agatha riuscì al suo ritorno da Parigi a pubblicare una sua raccolta di poesie dal titolo The Poetry Review. I suoi lavori all’inizio furono infatti quasi del tutto ignorati da pubblico, e critica. I racconti e le biografie romanzate, scritte con il nome il nome di Mary Westmacott puntualmente venivano rifiutati: (solo nel 1949 si scopre che la scrittrice di romanzi Mary Westmacott è in realtà Agatha Christie sotto pseudonimo).

Nel 1912 ad un ballo conosce Archibald Christie, un giovane tenente inglese che riesce a farla innamorare in brevissimo tempo. I due si fidanzano. Il 24 dicembre si sposano con una cerimonia semplice e veloce. Agatha nel 1914 durante la Prima Guerra Mondiale presta servizio come volontaria presso l’ospedale inglese di Torquay, un ambiente che fu la linfa vitale per i suoi scritti: il suo primo giallo, “Poirot a Styles Court” prende spunto proprio da qui, anche se il successo arriverà solo nel 1926 con “Dalle nove alle Dieci”.

La morte della madre e la separazione dal marito Archie – di cui le rimase il cognome, Christie –  fecero cadere la scrittrice in balìa di una forte depressione che durò circa 3 anni, durante i quali il suo lavoro né risentì molto. Ma, come una fenice, la scrittrice riuscì a rinascere dalle sue stesse ceneri, dedicandosi esclusivamente alla scrittura. Ispirandosi sempre alla sua vita, arriva il romanzo che l’ha resa famosa in tutto il mondo: “Assassinio sull’ Orient-Express”, da un viaggio in treno verso Baghdad, lo stesso viaggio che le fece conoscere nuovamente l’amore, il suo secondo marito Max Mallowan. I suoi romanzi sono un cult per gli amanti del mistero, intriganti per le atmosfere a tinte gialle, per le ambientazioni descritte in maniera minuziosa e i suoi personaggi completi. Due, in particolare: l’investigatore belga Hercule Poirot e l’indagatrice Miss Marple, diventati celebri in tutto il mondo anche per via dei tanti adattamenti televisivi e cinematografici.

 

E’ con il giallo dunque che Christie spopola, ma non solo: la carriera della scrittrice è stata segnata anche da racconti, romanzi rosa, opere teatrali, sceneggiature televisive e radiodrammi, con opere come, “Caffè Nero”, “L’ospite inatteso”, “Verdetto”, “Tre topolini ciechi”, “Love from a stranger” e molti, molti altri.

Nel 1947 la Regina Mary compie 80 anni e chiede come regalo la composizione di una commedia di Agatha Christie. La scrittrice è molto lusingata e scrive il racconto Tre topolini ciechi, che va in scena nel 1952 .La commedia ha un tale successo che viene replicata dal 1952 fino ai nostri giorni in un teatro di Londra. Agatha in seguito ai suoi successi, verrà premiata con il premio letterario Grand master of the mistery writers of Americ e insignita del titolo di “Dame” dell’Impero Britannico.

Muore il 12 Gennaio 1976 nella sua villa di campagna a Wallingford ed è sepolta nel cimitero del villaggio di Cholsey nel Oxfordshire. Il marito, Max Mallowan, muore il 19 agosto di due anni dopo e viene seppellito nella stessa tomba di Agatha.

Secondo un rapporto dell’UNESCO, Agatha Christie in vita guadagnò circa 20 milioni di sterline, cioè poco più di 23 milioni di euro.
La novità di oggi è che per gli appassionati del genere, Microids, ha pubblicano su App Store un nuovo ed avvincente gioco per iPhone e iPad tratto dal celebre romanzo di Agatha Christie. Investigazioni, avventura, gialli, continuano infatti in “Agatha Christie – The ABC Murders” dove l’ unica arma è la conoscenza, le abilità investigative, del suo famoso personaggio più “Hercule Poirot”. L’investigatore privato dovrà affrontare un misterioso avversario conosciuto come “ABC”.  Chissà se questa idea piacerebbe ad Agatha, voi che ne dite?

TWA

Agatha Christie inedita tra lirica e App.ultima modifica: 2016-10-25T10:34:27+02:00da thewordsangels
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento